Zoo Safari Bussolengo

  • di
Giraffe allo zoo safari di Bussolengo
Giraffe allo zoo safari di Bussolengo

La storia dello zoo di Bussolengo iniziò negli anni ’60, quando l’architetto Alberto Avesani, il fondatore, decise di trasformare la propria azienda agricola, attiva dal 1933, in un’area faunistica pensata per allevare e mostrare al pubblico alcune specie animali della fauna locale. Qualche tempo dopo, i proprietari ebbero l’occasione di ospitare temporaneamente gli animali di un circo itinerante e da qui nacque l’idea di creare un grande parco faunistico con specie autoctone ed esotiche.

Nel 1965 Albero Avesani iniziò la progettazione vera e propria della struttura e dopo circa quattro anni, il 21 Giugno 1969, venne inaugurata una prima zona di circa 10 ettari, che corrisponde all’attuale percorso faunistico pedonale. Qualche anno più tardi, nel 1973 si aggiunse il percorso safari, da visitare con la propria auto, mentre nel 1978 aprirono l’Aquaterrarium, la Serra Tropicale e l’area Dinosauri. Tutte grandi novità per l’epoca che attirarono fin da subito un gran numero di visitatori, prima da tutta la regione, poi con il correre del passaparola, da tutto il Nord Italia e anche dall’estero.

Cesare Avesani, direttore Scientifico e CEO del Parco Natura Viva

Dal 1985, il Parco Natura Viva ha avviato un importante progetto di riqualificazione generale che continua ancora oggi, seguendo le linee guida definite dalla Conferenza di Rio del 1992 per la progettazione di giardini zoologici di moderna concezione. Attualmente, lo zoo di Bussolengo è fortemente impegnato in attività di ricerca e conservazione in favore delle specie più minacciate o in via di estinzione e per aumentare nei giovani la consapevolezza dell’importanza della tutela della biodiversità del nostro Pianeta.

Informazioni utili e offerte per visitare lo zoo safari di Bussolengo

Lascia un commento